Twin Peeks

Twin Peeks è una serie che nasce dalla volontà di ritrarre le parti più erogene del corpo femminile “isolandole” con un drappo rosso come cornice.
La staticità e la scarsa espressività delle foto realizzate mi ha portato a riconcepire gli scatti, che pure avevano un certo fascino estetico.
Da qui il corpo, statico, si è fatto azione: le mani hanno iniziato a “fare cose” che raccontassero aspetti della vita di chi fosse dentro quei corpi.
Le donne ritratte hanno portato in scena oggetti che appartenessero ad aspetti importanti delle loro vite: il lavoro, i ricordi, le passioni; è stato un viaggio concettuale nelle loro storie.
Ognuna di loro è così diventata un concetto:

  • Il Dono di sé
  • La Libertà di essere chiunque
  • Il Futuro per cui lavorare con le proprie passioni
  • Il Sé come nido in cui raccogliersi
  • Il Passato da cui scegliere i ricordi migliori
  • La Forma a cui ambire
  • Il Tempo dal quale trarre insegnamento

Il nome della serie è stato scelto per caso. Il rosso mi ha richiamato ai tendaggi de La Loggia Nera in Twin Peaks. L’apertura della tenda sulla nudità (interiore ed esteriore) mi ha fatto pensare che le foto fossero una “sbirciata” su quei corpi, e sbirciare in inglese è to peek. Il passaggio a Twin Peeks a questo punto era già determinato.

Dettagli del progetto
Nome: Twin Peeks
Anno di realizzazione: 2016
Scatti: Marino Festuccia
Post-produzione: Marino Festuccia
Location: Studio Cromosoma
Concept: Marino Festuccia